31 maggio 2006

Calendario mese di giugno

Ecco il desktop/calendario di giugno, visto che sarà il mese dell'addio al celibato del ragionier Nichetti, ecco una foto che ci ricorda ciò che è stato per quello del geometra Alberti...

P.s. chi vuole può anche stamparsi mese per mese l'immagine e usarla come calendario a casa

Attenzione: ho sostituito l'immagine perchè quella vecchia aveva le ultime date sbagliate
Ciao a tutti

29 maggio 2006

Il giorno dei giorni a colori


Il nostro "giorno dei giorni"


Alle 18.00 di sabato sera, stadio San Siro....



Qualcuno dice che tutto è scritto, quindi tanto vale che non sudi; io non so nè leggere, nè scrivere e sto fermo, addirittura sdraiato... ma si suda lo stesso, e la sete sale... dicono...




Il buio arriva, e non è spietato quanto la lunga attesa; un mio vecchio amico disse: "scende la notte amica del lupo e del brigante..." e certe notti sono così, proprio come quel vizio che non perde il pelo e non vuoi smettere mai !!!


Non dovete badare al cantante, anche se vuol fare la star... magari non è la megliovoce, magari non è la megliomusica, forse è lì solo per spacciare emozioni, tra palco, realtà... e migliaia di teste




A qualcuno le parole non servivano più, ma sabato quel qualcuno dall'alto cantava con noi...

Tururù, tururururù!




Alla fine del concerto, dopo l'ultimo urlo verso il cielo, ci sentiamo leggeri, e seguiamo la destinazionecasa ; tenetevi il grande stadio, le code ai cessi e le birre a quattroecinquanta

lasciateci almeno un piccolo sogno... di rock'n roll



GRAZIE A CHI C'ERA !!!!

PLAYGIRL DELLA SETTIMANA.


Ciao ragazzi... eccovi una nuova foto di una delle mie sporcaccione preferite, già pubblicata in precedenza in ambientazioni diverse. Viva le more......

Buona settimana

Hola
L'ultimo personaggio del mese di maggio, dopo la foto scabrosa di settimana scorsa, non poteva che essere Schicchi the moster Denz.
Un gruppo di giovani avinazzati come foto per la testata.

Soluzioni dei vari quiz di settimana scorsa:

- Erik Estrada è il mitiko Frank 'Ponch' Poncherello!!! (in molti l'hanno indovinato)

- le 5 differenze sono:
1) culo si grasso dietro le salviette
2) bolland sulla pianta
3) vittorinho dietro la .... tenda
4) ove con una bottiglia in mano dietro il vitto
5) moris sotto il mio magnifico piede

Quelli piccoli erano difficili da capire, ma altrimenti era troppo facile... e visto che nessuno li ha indovinati, niente baci con lingua.

adesso 2 o 3 foto:
ciao a tutti

28 maggio 2006

27 maggio, il giorno dei giorni...


Ieri sera allo Stadio San Siro di Milano il rocker emiliano ha mandato in delirio 80.000 persone, cantando pezzi nuovi e vecchi cavalli di battaglia (sempre di grande attualità)



E' stato un concerto "spaziale", con grande partecipazione del pubblico e scenografia da brivido; noi della piazza c'eravamo, abbiamo cantato, sudato e ricordato....

In settimana le foto della serata.

Grazie Liga, meglio di te c'è solo......


25 maggio 2006

Scopri le differenze

Hola
Eccoci con una nuova rubrica "Scopri le differenze"
Il giochino lo sapete tutti, visto che quando si va al circolo a degustare ciupiti, ci si rovinano gli occhi per trovare le differenze tra le due foto... quindi trovate le cinque differenze!
Per i più bravi, che riconoscono anche i personaggi, un bel bacio con la lingua.

24 maggio 2006

Dai la voce ai tuoi eroi

Forza ragazzi, sbizzarritevi:


Comincio io:

Vignetta 1:
Manef "Brum brum"
Cerio "Cavolo Manef sei meglio di Erik Estrada!!!"
Max "Sisisi... sbaraglia tutti i criminali con la tua motocicletta!"
(questa contiene un piccolo indovinello... chi sarà il mitiko Estrada?)

Vignetta 2:
Denz "Sssvideocchiamamiiiscc!"

Ciao a tutti

23 maggio 2006

Libro plaza

C'è un ordine che premia i più ubbidienti ma noi siamo stati chiamati a partecipare a un'altra festa.
Enrico Brizzi

Oggi,dopo gli ultimi romanzi un pò tranquilli, vi propongo Bastogne di Enrico Brizzi... un pò di violenza e adrenalina... ben raccontata

Un romanzo di deformazione: quella di Ermanno, ventenne piccolo spacciatore e studente di filosofia a Nizza. Sullo sfondo di una città giovane inghiottita dai furori creativi e dalle droghe, la vita di Ermanno e di due amici d'infanzia si aggroviglia fino all'implosione per il ritorno del mitico cugino Jerry: la tranquilla esistenza periferica dei ragazzi finisce per diventare la cavalcata di quattro cavalieri di una apocalisse isterica. La vicenda procede quasi in un crescendo di violentissime destrutturazioni, alternata ai ricordi d'infanzia e ai pensieri d'Ermanno, deformati in una visione oppiacea dovuta alle varie droghe di cui abusa.

Incipit
"Lui non ha mai capito come Cousin Jerry avesse previsto tutto quel che è poi successo. Non ha mai capito perché se ne andasse in giro col passaporto sempre in tasca, quasi fosse già pronto a spiccare il grande salto. Di una sola cosa è certo, che se gliel'avesse chiesto, il vecchio Jerry avrebbe richiamato in superficie la migliore delle sue espressioni strafottenti, detto una frase da mezzo adulto, tipo: «Se stavi attento, Ermanno, capivi tutto anche tu»."

Ciao a tutti

22 maggio 2006

...venerdi sera...aspettando il 23 giugno...




...un tranquillo venerdi di paura....

Buona settimana

Hola

Quello appena passato è stato un'altro week end che ha messo a dura prova la nostra resistenza psico-fisica... ma ce l'abbiamo fatta tutti!!! ancora una volta promossi a pieni voti!

Personaggio della settimana colui il quale beve più schifezze al mondo: Ove!! Per la testata un incontro triviale tra amici...

Settimana scorsa mi sono dimenticato di segnalare 2 importantissimi compleanni, ieri, 21 maggio, hanno aggiunto una primavera sul loro pallottoliere Paolo Tirel e il Presidente!!!
Sabato 27, se non sbaglio, compie gli anni un assiduo frequentatore del blog: Elio... sperando che sia giusto, altrimenti un buon non-compleanno

P.s. un augurio di pronta guarigione alle cicce che hanno cioccato sabato notte... tutte con il collarino, spettacolo... ovviamente aspettiamo una foto da pubblicare

come bonus alcune foto:

-a cosa serviranno?
- musica e cori!
- fine serata
- come orientarsi a Lubecca
Ciao a tutti

21 maggio 2006

PLAYGIRL DELLA SETTIMANA.


Ben ritrovati, amici.... questa settimana la pin-up sarà una ragazza coi capelli rossi; visto che mi è stata commissionata da una donzella non potevo esimermi dall'acconsentire! Ciao a todos........

17 maggio 2006

NO SURRENDER TOUR HAMBURG – LUBECK: TEN GOLDEN GUNS…… prima parte


La fibrillazione che ha preceduto questo benedetto week end ha avuto sfogo in tre giorni davvero a tratti indimenticabili e a volte in momenti da dimenticare alla svelta……
Partiamo da un solo presupposto: I RAGAZZI HANNO DATO IL MEGLIO e a volte anche di più, vedi Totò “Vitto: HO SETE” Grasso.
Da una folgorante illuminazione del sottoscritto Don Vittorinho da dietro la Palma, il ritrovo viene anticipato al mezzogiorno di sabato 22 aprile, così per degustare gli ultimi calici di buon vino italiano prima di una abbondante infarcita di Pils teutonica. Nel tardo pomeriggio, dopo che all’ultim’ora si era rischiato il forfait del Bembek (splendida e commovente l’idea della maglietta celebrativa), a Orio al Serio i dieci convocati sono in forma smagliante. Il Magnifico è già pronto a dare spettacolo, Basèl, Enzo e Grasso tengono alto il nome del trentenne medio ombrianese, seguiti a ruota dai due PUNKA, il già citato Menerkia (sotto diverse spoglie) con il Matte “I’m married” Pappò, pronto per un week end coi baffi (ops……). Sempre un passo avanti (non rispetto agli altri ma come filosofia di vita) i quattro STONED (Vitto, DJ Cerio, Kekkonen e Mat Vinelli). Il volo d’andata, a parte qualche scenata melodrammatica di Checco Bracardi, che parla ad un tono di voce che neanche il vecchio Benito al balcone………, scorre via liscio come l’olio, o per meglio dire come la birra che ci viene sequestrata dagli assistenti di volo (cumincem bè…).
Sbarchiamo a Lubecca e ci aspettano 50 minuti di pullman per Amburgo, dove arriviamo già assetati di……BIRRA e ci prepariamo, dopo aver sbagliato tre volte metrò (PER FORTUNA CHE C’E’, PER FORTUNA CHE C’E’, BASELLI), alla prima notte in vita.
Il sabato sera ad Amburgo è una delle cose migliori a livello europeo descritta in vari siti Internet; e così si rivelerà in effetti. La famiglia turca (NON QUELLA DEL Vince, intendevo), padrona del mitico Motel 21 che ci ospita, è molto gentile ma si spaventa immediatamente alla richiesta di numero 20 medie che le TEN GOLDEN GUNS richiedono al bancone del bar anni ’60, ’50, beh diciamo ’30. Anche qui l’unica teutonica presente sfiora l’unoe novanta e arriva con la vita al mento del Bolland (che caso………)
Si riparte e dopo mezz’ora di buona metropolitana amburghese, gente sfatta e bottiglie di birra in mano a qualsiasi persona tra i 14 e i 78 anni, giungiamo orgogliosi in quartiere ST. PAULI, che si mostrerà poi croce e delizia dell’allegra e agitata combriccola. Al banco i ragazzi ci mettono 30 minuti a capacitarsi di come questi………scusate…… crucchi di merda, possano vantarsi di avere le migliori bevande del mondo. SEVEN BEERS please…… e arrivano sette Beck’s. “Ma va a da via al cul, rembambìt” è la cosa più gentile che esca dalle nostra fradice bocche da fuoco. E allora sotto con vodka e Red Bull, vodka e lemon, vodka e tutto quel cazzo che c’è da bere, campo in cui i signori Cerioli e Ginelli si dimostrano laureati ah honorem. Anche qui un problema non di poco conto. Coi misurini di vodka, le dieci pistole roventi si fanno letteralmente una S…ana risata e quindi in ogni analcolico la media si aggira paurosamente attorno ai 6 misurini, versati da una donzella con due polpacci che Klinsmann non sarebbe arrivato ad avere neanche dopo 10 anni di esercizio.
Il Bolland resiste numero 12 minuti primi in cui ad un mio: “Che cazzo fai con in mano la Beck’s da mezz’ora ????”, risponde con un improbabile e deriso “Sono sotto antibiotico”; la risposta in coro “Che cazzo sei venuto a fare se non puoi bere………” allo stesso tempo provoca un immediato esame di coscienza tra i presenti e un moto d’orgoglio nel Marco Nazionale, che si trasforma in un battibaleno nel Magnifico, indossando probabilmente sotto la camicia azzurra, quella canotta a coste nere che lo ha reso famoso in tutto il Pianeta. Per la parrucca, vedremo poi…
Un minuto e THE MAGNIFICENT impugna un super VODKA LEMON ben gestito dal dott. Ginelli, ormai padrone assoluto del bancone, dove si permette dal basso del suo metro e settandue di chiedere PERMESSO in maniera poco consona a bestioni del calibro del quintale abbondante. Quando ci raggiungo anche i transfughi Enzo e Moris, lo squadrone si ricompatta e anche le cameriere cominciano a non poterne più. La classica GIUNTA di alcolico che da noi è un MUST, per un crucco medio sembra quasi una presa per il culo e la richiesta immediata del 2 euro, nonostante i nostri sguardi tra il truce e lo sfatto, è praticamente matematica. Le ragazze del posto ma anche i nerboruti e schifosissimi uomini (vi assicuro, molto più brutti di tutti noi) si mostrano molto sorpresi e compiaciuti visto l’incasso maturato ma non sanno che alle prima luci dell’alba saranno proprio i ragazzi con passaporto italiano tra i pochissimi ad uscire indenni dalla bolgia dantesca. Alcuni mollano verso le cinque ma si capisce; il week end è lungo e necessita di almeno 4-5 ore di sonno fatto bene; o per meglio dire, uno di noi molla per strada (Conte, ci sei ??????) un paio di torte fatte bene ma poi non desiste e resta in pista un altro paio d’ore.
Alla buon’ora delle 5, con grinta ancora da vendere, resta in ballo un quintetto da paura: Cerio, Maina, Bembek, Vitto, Pappas. I ragazzi, attratti dalle bellezze locali, danzano ininterrottamente fino all’alba, tra un cocktail e l’altro, e in verità un paio di Beck’s di risciacquo. Le gigantesche e bellissime tedesche (ma non dovevano essere tutte dei cavezzali ???) evitano ogni contatto con i sovrascritti ma probabilmente più del contatto fisico il loro timore è dato dalla qualità a dir il vero oscena degli aliti dei FABULOUS FIVE, manco fossero un quintetto di FIATI della Philarmonic Orchestra di Berlino.
A torta finita (è un eufemismo), partono diretti verso quella che sembrerebbe la destinazione clou della notte di Hamburg: IL MERCATO DEL PESCE. Peccato per l’accompagnatrice; l’unica sicula nata in Germania 25 anni fa che parla ancora come un pescatore di una tonnara al largo di Lampedusa. Le mie bestemmie e le risate degli altri non si contano più ma l’attrazione del FISHMARKT (si scrive proprio così) è troppo forte.
Il FISHMARKT altro però non si rivela che un normalissimo mercato comune, se non che la presenza di decine di migliaia di persone, ci mette in pre-allarme. L’odore pesantissimo del pesce (comunque non peggiore di quello emanato senza remore da alcuni di noi) comincia a farsi sentire e, giunti all’incirca alla dodicesima birra media a testa, condita da una decina di vodka, ci imbattiamo in una delle cose più incredibili mai viste. All’interno di un padiglione enorme almeno 2000 persone, alcune svenute, altre arzille perché appena sveglie, altre completamente sfatte (quelli siamo noi) si “godono” un bel concerto rock in lingua madre, accompagnati immancabilmente da mezzi litri di pils teutonica e da tuffi carpiati dal palco che neanche i Green Day oserebbero fare. Non ci possiamo credere ma il richiamo è più forte di noi. Bicchiere in mano e la coppia Cerio-Pappò si lancia addirittura in improbabili danze crucche. Le parolacce per la “terruncella” sono esaurite come le condizioni del mio cervello, che si spegne inesorabilmente verso le 8 del mattino. Il taxi, guidato da un sosia nano di Lionel Ritchie che quasi si rifiuta di caricarci causa un’ubriachezza oltre i limiti del sopportabile, ci riporta alla Mecca in pochi minuti. Le cortecce cerebrali si arrotolano su sé stesse e la prima notte amburghese si eclissa quando già c’è gente che fa colazione.
Questo è ciò che è successo nelle prime otto ore in Germania. Alla prossima puntata per concludere il racconto.
Il vostro Vitto

Libro plaza

"Mi passò le dita fra i capelli e la sua gioia calda mi si trasmise dentro come un fluido; sentii la gola che mi scottava e una profonda felicità insinuarsi in ogni mia fibra"
John Fante

Visto che andrò a vederlo al cinema questa sera, per il libro plaza vi propongo "Chiedi alla polvere" di John Fante... poi visto che Charles Bukowski l'ha definito "il narratore più maledetto d'America" qualcosa bisognava pur proporre... e comunque è un bel libro, quindi potevo consigliarvelo anche senza dare spiegazioni! :)

Romanzo molto autobiografico, Chiedi alla polvere parla del percorso di Bandini verso la realizzazione delle sue ambizioni artistiche e la sua educazione sentimentale dopo l'incontro con la bella e strana Camilla Lopez cameriera di origini messicane orgogliosa e testarda quanto lo stesso Bandini.
Ma mentre il successo letterario non tarderà a farsi strada, il rapporto fra i due sarà assai tormentato, segnato da atteggiamenti ostili e punteggiato dalle incomprensioni e dagli insulti più che dalle tenerezze...

Assaggio
"Una sera me ne stavo a sedere sul letto della mia stanza d'albergo, a Bunker Hill, nel cuore di Los Angeles. Era un momento importante della mia vita; dovevo prendere una decisione nei confronti dell'albergo. O pagavo o me ne andavo: così diceva il biglietto che la padrona mi aveva infilato sotto la porta. Era un bel problema, degno della massima attenzione. Lo risolsi spegnendo la luce a andandomene a letto. Al mattino mi svegliai, decisi che avevo bisogno di un po' di esercizio fisico e cominciai subito. Feci parecchie flessioni, poi mi lavai i denti. Sentii in bocca il sapore del sangue, vidi che lo spazzolino era colorato di rosa, mi ricordai cosa diceva la pubblicità, e decisi di uscire a prendermi un caffè."

Ciao a tutti

16 maggio 2006

Dai la voce ai tuoi eroi

Forza ragazzi:
Ciao a tutti

15 maggio 2006

Buona settimana

Hola

Signore e signori, personaggio della settimana: Il mitiko Boni! terrore di tutti i locali cremaschi per la sua sete di donne e alcool.
A proposito di alcolizzati, come testata un'altra immagine offuscata dell'imbottigliata .

Il personaggio del mese di aprile è Laura, che ha vinto con un buon margine sulle altre 2 concorrenti.

Vi lascio con altre foto:



Ciao a tutti

PLAYGIRL DELLA SETTIMANA.


Ciao belli..... questa settimana vi regalo un buon motivo per farsi ricoverare qualche giorno in Ospedale, con un'infermiera così che ci accudisce e ripulisce quotidianamente le Parti Nobili con spugnetta e lingua!!!!! Buona settimana.........

14 maggio 2006

E sono 29 !



Pronto, sono Luciano e anche quest'anno lo scudetto è in mano !!! Ma tranquilli : l'anno prossimo con Juve, Milan, Lazio, Roma, Livorno, Parma, Reggina, Chievo, Fiorentina e Sampdoria in B ... lo scudetto è dell'Inter !!!

12 maggio 2006

Foto

Un pò di foto a caso, putroppo oggi sono un pò preso e non riesco a fare nient'altro...

P.s. Domenica alla Bombonera di Ombriano i Lovers si giocheranno la stagione contro il Sergnano per un posto per la promozione in serie A!!!
Vi vogliamo numerosi! e se volete lasciare un commento sul blog, trovate il link nel menu a destra.

Ciao a tutti





Solita coppa!

Un uccellino mi ha mandato questa foto da pubblicare

Sempre con i ragazzi!

11 maggio 2006

Indovina chi?

Chi è chi?
Questa somiglianza è raccapricciante!

Ciao a tutti