31 gennaio 2006

Buona settimana

Hola
Finalmente una ragazza come personaggio della settimana, dopo il Pir ecco la sua "dolce" metà Maranza fotografata in un party durante una crociera per il mediterraneo sulla Love Boat.
Nella testata invece una divanata di belle manze nostrane.

Adesso vi lascio con il resoconto scritto dal chirurgo Meschini sulla gita dublinese (mitico Mesk ho già la sudage) lungo ma merita di essere letto.
Ciao a tutti

...........ore 1845.....vi apro la porta di casa,
vi abbraccio ad uno ad uno mentre Rino Gaetano
urla in casa, vi abbraccio con una "pesantezza"
nelle mani che non e' mai stata mia,
riempite subito la cucina,
portate vino,cd,regali e saluti di chi non c'e', dizionari di spagnolo e foto,
portate "stampelle e grinta",
"legno e barba",
"guanti da dottore e frasi da diario",
"fusti di birra e vaiano",
"america e caffe'del sabato",
"libri di shiatsu e samba",
FATE CASA,
ed io,tanto felice da essere quasi in imbarazzo
in quella cucina cosi' piccola per avervi li' tutti insieme...............
............
..................ore 1900......prime otto pinte di guinness
nel pub vicino casa
"e' in quel pub che ho bevuto la mia prima pinta appena arrivato quassu' a settembre,pioveva,ed io ero fradicio e carico di valigie,andiamo li'!"
ore 1910.......presi e portati per mano da un DOTTORE scatenato,nonche'martellato ed istigato da una 60enne grintosissima piena come un uovo, stiamo gia' urlando l'inno di ombriano e becchiamo il nostro primo rosso.......
.......LE BRAZZETTE DELLA MAMMA........
......a ruota...

...........ore 1910......dopo due rigori mirabili dell'assetato Egon,partono vorticosi i giri di Guinness.....1......2.....3.......4.....5...6.......7....8........9.......OSOLEMIO cantato a squarciagola, un altro mezzo rosso, i tavoli vicini tirati nella bagarra........due americane, due irlandesi che le stanno martellando e che cominciano ad urlare pessimi coretti su Di Canio, ma, primi fra tutti, l'incontenibile 60enne, addosso al manef come una iena, e suo marito, anche lui da sacco degli umidi ma talmente esaltato dalle performances canore e mimiche del Dochi,da usare le ultime forze rimastegli per alzarsi in piedi ed ordinargli una birra!!!Mitico!!!
......nel frattempo il cani ed il giurda' mangiano due quintali di noccioline.....

"Oh ragas, qui a Dublino,nei pub, non ti portano le pinte al tavolo di solito, devi andare al bancone...."
-PRIMALEGGEDUBLINESESTRAVOLTA-
Dopo il secondo giro e'sufficiente fare ai due attempati baristi un bell'8 con le mani ed eccoli precipitarsi al nostro tavolo con litri di guinness........
ore 2230:........dopo un cinema che la meta' bastava in questo che, fino a tre ore fa, era un tranquillo pub di periferia che sicuramente ne ha viste tante ma mai 8 deficienti che urlano l'inno di ombriano,ciondoliamo a casa, anche se il pappo' la butta li'e ci prova comunque a proporre uno dei suoi programmi alternativi......:"O andiamo a casa o andiamo a troie!"........
...........stasera non NE abbiamo,scegkiamo casa......... ...........UNCHILOEMEZZO di carbonara, 5 bottiglie di vino (poco importa se sono 5 delle 7 bottiglie portate PER ME!!!),il cani che come un invasato comincia ad affettare tutto quello che trova nel frigo, chiacchere, risate grasse e puttanate, tante tante puttanate..........mai da me tanto ATTESE.....
......MANEF:"Io domani prometto almeno la lingua in bocca,ma senza pagare!" ......e ancora...."Il matte e' Umbe bella Stinca!"
.......Manuel:"Puttana se sono marcio!"
......Matte: "Me so' cioch!"
......Robi:"Figa e'...........la figa!"

Il Giurda' (Cani:"........Giulia'!")dorme 8 ore a 90 gradi su una poltrona e russa come un drago.....
.......il cani, suo compare di camera, impegnato a digerire kg e kg di parmigiano affettato come fosse lonza, non si accorge di nulla.....

.........si fa mattina.......
....ore 13.....penso.....con mooolta calma ci svegliamo..... In camera del Presidiente e del Pappo' l'aria si taglia con il coltello, fuochi d'artificio a ripetizione per tutto il tempo, senza il minimo ritegno per gli astanti ne' per il povero manueo costretto a dormire in terra, con un occhio incastrato tra un'asse di legno e l'altra......
......Manef:"Ragas, che puzza....robi,accendi
la finestra!"
....Roby:"Ragas, poniamo un limite alle scoregge!" ...........uno alla volta si va in doccia,mentre gli altri, coraggiosamente riunitisi in camera del pappo', ridono, in cerchio,come sempre......
......si',come sempre.....perche' il "cerchio" e' una sicurezza,in qualunque momento in qualunque posto in qualunque situazione potremmo ritrovarci in cerchio,cosi', senza deciderlo,in modo del tutto automatico e naturale, e cominciare a sparar puttanate e a ridere, a ridare o a dare per la prima volta piu'leggerezza ad un sacco di cose.......

......bellissimo Manuel che, sotto gli occhi di tutti, raccoglie una pastiglietta di dubbia origine dal pavimento, si guarda intorno, si china, e la butta nella scarpa di robi.....cosi', non sa neanche lui perche'..........e quando il presidiente gli chiede "perche' nelle mie scarpe?",manuel......"boh,mi faceva brutto buttarla in terra!".......

"Oh ragas, qui a Dublino il tempo cambia in continuazione,il cielo non e' mai grigio tutto il giorno,o c'e' un sole CHE SPACCA o diluvia"
-SECONDALEGGEDUBLINESESTRAVOLTA-
Il cielo oggi e'proprio quello di Milano,
di un grigio tenue,ALTO,FERMO,
per ore ed ore uguale a se' stesso.......

..........beh,sotto questo cielo,a zonzo per Dublino... ....O'Connell Street ed il "pennellone" Abbey Street e la foto davanti al "Celt" la statua di Joyce e l'edificio delle poste O'Connell Bridge Temple Bar Dame Street Molly Malone ed il Trinity College Grafton Street ed i suoi buskers S. Stephen Green Park il chitarrista country con cappello e stivali yankee, sigaretta pendente alla Gighen e chitarra sulle ginocchia.... .....mangiamo bacon e cavolo, chicken curry, salmone e 9 guinness "grazie!", allo Stag's Head,
bel pub,
VITTOriano,
ricco,
con tanto di schienali imbottiti e volpe impagliata in vetrinetta, non proprio "nostro",
forse piu' da menek, ma solo quando e' in versione seria,
tipo LUNEDI'MATTINASULPULMANPERMILANO,
si' IL DOCHI ce lo vedremmo bene, come nel salotto di casa mia, magari con un bicchiere caldo di brandy in mano, un levriero sdraiato accanto alla poltrona, il camino acceso....... ..........ed un bel paio di immancabili infradito ai piedi!

Dublino piena,
come ogni giorno.....
.....il manef commenta:"Fi', ma che polmoni che hanno le irlandesi, che zecche!"
....il matte come un leone non fa caso ai mille "Mesk e' lontano 'sto posto?" "Mesk quanto ci si mette per arrivarci?"....ed io...."vedete ragas,non e' lontano,a piedi ci si asrriva in poco tempo ma......ma..........ma sapete,il matte.....!", il pappo' invece non si tira indietro, non molla un metro, si fa i chilometri con le stampelle ed un ginocchio COSI',ma ha poca autonomia......"Con una guinness faccio solo 2 km!"......quindi eccoci, dopo 2 km, SCARSI, al Porterhouse, pub-birrificio storico,gigantesco, 3 piani,le pareti foderate di birre da ogni dove, un palco a mezzaria,stouts spettacolari di produzione propria, troviamo il "nostro" angolino, in alto, all'ultimo piano, cerchio con le sedie vicino ad un "pentolone" di rame luccicante usato pensiamo per distillare la birra, chiacchere stanche, scura all'ostrica, vetrate SU Dublino..... ....seduti dietro quest'occhio di legno e metallo guardiamo le strade la' sotto .... .....usciamo mentre i musicisti cominciano ad accordare gli strumenti , fuori e' gia' scuro, Egon in tasca ha 4 sottobicchieri, che poi sono UNO.....
....ancora due passi...
.....primo insediamento vichingo,cuore di Dublino
Christ Church Cathedral
Saint Patrick Cathedral....

......taxi,casa, piccola spesa veloce..........
......un saluto ed un abbraccio (forse in 8 ce la facciamo!!!) al buttafuori del SUPERMARKET, un colosso di colore alto 2 metri e largo 4, talmente grosso da avere serie difficolta' deambulatorie e che quindi per tenerci d'occhio , non potendoci seguire da vicino e non potendosi muovere con agilita' tra le corsie,si appostava come un condor in punti strategici del supermarket,dietro le scatole dei cereali piuttosto che dietro gli scatoloni della birra,sbucando con il suo testone (grande da sol quanto quelli del vitto e del maina messi insieme!) ovunque ci girassimo.......un mito!!
........comunque, stavo dicendo, piccola spesa veloce, birre in lattina e poi in centro ancora, al Globe con i suoi tavolini in legno e le sue luci basse, al Mezz con i pugili ed i peggiori che li conosce tutti il matte, robi che paga da bere a non si sa chi, lacamerieraspagnolachee'unpo'tiratapericapelli-corti-machepero'vabenecosi',il gruppo rock che suona,gli spagnoli e gli italiani ovunque, i poster ed i fogli di giornale alle pareti, e poi all'Hoogan per gli ennesimi giri di Guinness......all'inizio solito cerchio serrato.......poi......... .............il DELIRIO………..il cani, scatenato, taglia il locale in lungo e in largo dando da dire a tutte le donne presenti in sala, belle e non, more e non,spagnole e non, accondiscendenti e non……….gli altri 7 ballano, bevono, “commentano”…………
manef: ”Oh, ma quella li’ porta le mutande?Secondo me……without!”
….robi:”Il cani sta martellando una suora……madre ginetta!”…
…….e ancora, ridono,sudano, sparano puttanate, manuel va a bersi shots di non si sa che cosa con gente sconosciuta mezza irlandese mezza crucca (un saluto alla “biondina” che non meritava neanche la sufficienza ma che………era simpatica, simpaticissima!!!), il matte, altro che Lazzaro, non solo cammina ma addirittura balla (“La mia fisioterapista mi dice che sono un pirla!) e le stampelle prima le sventola in aria come un pazzo facendo il pelo a crani e lampadari, poi le usa per far fare il limbo a noi e a mezzo locale…………grinta da vendere per tutti e 8….bellissimo……….. ………e ancora un saluto –soprattutto da parte del sottoscritto e di Egon- alla “biondissima” comparsa in ultimo, ballerina scatenata e………sì sì sì, “simpaticissima”!..... ………comunque, ……. il tutto finisce (finisce???) con noi 8 che, mentre usciamo dal locale, urliamo in faccia a tutti quelli che incontriamo l’indirizzo di casa mia dicendo che c’è una festa…………….ben presto l’alcool prende il sopravvento e Windsor Avenue 21 diventa Winston Church Elevenue…… ….morale, torniamo a casa e dopo due minuti ci ritroviamo alla porta 2 tipi ed una tipa che ci chiedono della festa!!!!Mitici!3 pazzi, 3 più ubriachi di noi o semplicemente gli unici ad aver sentito l’indirizzo corretto???Non ce ne preoccupiamo, accogliendoli con urla e abbracci li facciamo entrare, birre in lattina per tutti, foto e tante ghignate pensando a chissà quanti ubriachi e devastati della peggior specie, in quel momento, stavano vagando per Dublino a piedi o su un taxi chiedendo della Winston Church!!!Grande pappò!!!Celebre anche nelle terre nel nord!!! Beviamo, parliamo e ascoltiamo musica fino all’alba…..i tre temerari sono due spagnoli, Alma ( matte:” …..Almamegretta!”),per la verità mezza spagnola mezza carioca, una arrivata quassù senza un soldo e che per i primi due mesi per mantenersi ballava in Grafton Street , e David, rasta ventenne che non ce la fa più e che per sua grandissima sfiga viene preso di mira da un manueo completamente alle cozze ma grintosissimo, che lo prende a braccetto e lo tira scemo per tutta notte……...addirittura, alle sette di mattina gli fa promettere di cucinare, nel pomeriggio, tortillas de patatas per tutti!!!.............comunque, grande David!!!........ostia puta!!!......il terzo elemento della combriccola dice di chiamarsi Frey-Fritz-Francesco Zenga, italiano talmente concio da esser convinto di essere spagnolo, mezzo attore, mezzo pappalardo, mezzo rino Gaetano, mezzo pirla, ma va bene così…….. ……..dopo alcune frasi irripetibili volate fuori dalla finestra ed altre invece finite sul diario…………….manef:”OH ragas, vi capita mai di chiudere gli occhi, di riaprirli e di vedere appannato?!?”……
…… manef:”Cornetto, pizza, mandolino, bamba a mille, trik e trak!”
……giurdà:”No no, io bevo solo quando esco, quando sto in casa non bevo mai…….beh, esco sempre!!!!”..
……egon:”Più bevi pinte più si allungano gli stronzi!”
manef:”Quando ho fatto la foto con quella spagnola lì……mamma mia che pensieri sporchi che facevo!”
…..manuel:”Volevo dire 58 ed erano CINQuantoooooo……oooottttooo!”
……egonmesk:”Oh, se bevi tanta guinness pisci bianco e caghi nero, in pratica la schiuma và davanti, tutto il resto dietro!”…
…….robi:”Apriamo il barbera lì,ostia!”
……”il manef è l’uomo dei mandarini!”….ed il manef:”Ma che, me sò ‘l manda!”
……alle 730 di mattina , dopo aver bevuto tutto il bevibile e dopo aver mangiato tutto ciò che affettatricecanizares è riuscito ad affettare –tutto il frigo- i pochi superstiti si ritrovano ad assistere ad uno spettacolo irripetibile e pietoso……..manuel che lancia in aria spicchi su spicchi di mandarino ed il manef che, rivelando doti nascoste degne di un figlio illegittimo di Moira Orfei, un collo più flessibile e snodabile di quello di una lucertola e riflessi alla Remo Williams, uno dopo l’altro li prende con la bocca……….che dire………grande dottore!!!!

“OH ragas, qui a Dublino è impossibile far le sette di mattina., la serata comincia presto, verso le 18, poi i locali chiudono presto e alle 3 non c’è già più in giro nessuno……”
-TERZALEGGEDUBLINESESTRAVOLTA- Cominciamo la serata in pratica alle 17 di pomeriggio e alle 7 di mattina siamo ancora in pista, qualcuno beve ancora, qualcuno straparla, qualcuno mangia, qualcun altro riprende il dochi che, impeccabile, in camicia e maglioncino della Ralph Lauren, addenta al volo spicchi su spicchi di mandarino……….


…………..i leoni dormono……

………..sveglia alle 14 circa, chi prima chi dopo…….
…..e poi, alle 17, puntuali come svizzeri in questi casi, ci presentiamo, come concordato la sera prima tra una lattina e l’altra di birra, in casa degli spagnoli per magnà la tortilla de patatas di David……....ed in effetti, come ci aveva promesso, lo troviamo ai fornelli……..vestito come la sera prima e con un occhio ancora chiuso, ma pur sempre ai fornelli……..grazie ancora David!!! Rasa al suolo la tortilla in due minuti, l’insalata in 30 secondi, beviamo una birra e poi via, tour domenicale di alcuni tra i pubs più vecchi e caratteristici di Dublino...... ..........entriamo da Toner’s, pub vecchissimo,uno dei primi in Dublino, sporco, aria pesante,"nostro" insomma, un ex drogheria, come "dicono" i mille cassettini ed il bel mobile in legno alle spalle dell'anziano barista, e poi un sacco di vecchie banconote straniere attaccate ovunque,il Paddy-il Power-il Bushmill ed il Jameson, la Bulmers- la Guinness- la Miller- la Smithwicks e la Guinness 39, il classico clienteabitualeALCOLIZZATO, gia' uno straccio alle 8 di sera, appollaiato su uno sgabello in fondo al locale, vicino ai bagni, e i "mugs", che raccontano dei primi anni dei pubs, anni in cui le donne dovevano "nascondersi" per poter bere,
il bancone,spettacolare, largo e umido,
chissa' quante birre rovesciate ha assorbito in tanti anni di attivita', chissa' quanta gente putrida vi si e' sdraiata cadendo in sogni da ubriaco, non puoi fare a meno di pensarci, di chiedertelo,e' uno di quei posti in cui senti il respiro degli anni passati, uno dopo l'altro, tutti, e qui ne son passati veramente, tanti.....
.........qui due giri di Guinness - forse la piu' buona tra quelle assaggiate in questi giorni- e le immancabili chicche.......
..Egon,andando al bagno....:"The snake is long!"
....Egon, tornando dal bagno:"Piu' bevi guinness piu' si allungano gli stronzi"
...lasantissimaAlma:"No no no, tu in Brasile (indicando il pappo') sei stato buono come sempre, tu (indicando me) sei andato con gli uomini e con i trans, tu (INDICANDO IL MANEF).....con las putas!!!!!"
......ed il doki:"Oh, ho proprio la faccia da puttaniere!!!"

Il cani, grintoso come sempre........:"Mesk, portaci in un posto di vacche!"........io:"Lo zanzibar.......pero' e' un posto da puttanieri..."....Cani:"Andiamo allo Zanzibar!"

Ma altro che Zanzibar e puttanai vari, stasera si va per Pubs con la P maiuscola,
si va ad annusare e ad ascoltare la vera dublino, o almeno ci si vuole provare....... .....quindi, il tempo di una foto con i fusti di guinness vuoti impilati appena fuori il Toner's, il tempo di una chicca del matte......................guardando l’Abrakebabra:”Ahhhhh, ‘adda che labbra!”....... ................ed eccoci entrare, dopo neanche 50 metri, in un altro pub storico,l'O'Donogue's....... .....qui,stasera,nello stesso angolo in cui cominciarono a suonare i Dubliners (in 4 25kg solo di barba e capelli!), si suona e si canta, in cerchio,padri e figli gomito a gomito, AL CENTRO un tavolino troppo piccolo pieno di pinte, TUTT'INTORNO legno, foto, ritagli di giornale,baristi che spillano birra e versano whisky, gente che beve, ride e chiacchera, DENTRO LE PINTE solo quel po' di schiuma bianca che -tenace- resiste quando ormai non c'e' piu' nulla da bere, NELL'ALTRA STANZA un vecchio che suona la fisarmonica,per nessuno, per se', per star li', per ascoltarsi, ed e' proprio quel suo suonare senza pubblico,con la testa china sullo strumento e gli occhi ALTROVE, a scontornarlo con prepotenza su quella sedia e a dargli un perche' che sicuramente neanche sta cercando......... ......ed infine,AI MARGINI di tutto questo, NOI, "in punta di piedi" appena ci rendiamo conto del BELMOMENTO in cui siam capitati, con la paura che un "rumore" di troppo LI faccia fermare, tratteniamo il fiato, sorseggiamo le nostre guinness e SBIRCIAMO questo angolo di vera Irlanda.........

..........poi la guinness finisce, e prima che la magia svanisca usciamo, foto dovuta con il Caronte che ci ha accolti all'entrata del locale e che ci ha poi traghettati DENTRO,suonatore di flauto senza flauto, alcolizzato che conosce e canta stornelli italiani d'altri tempi e scoreggia come un drago...........altro personaggio mitico e da ricordare......... ...........e poi il Manef, che rischia i gioielli cercando di saltare a piedi uniti su un pilastro di un metro e mezzo, il taxi, noi che sbuffiamo davanti al Pravda chiuso, il Millennium Bridge,noi che saltiamo il Liffey e siamo in Temple Bar....il dochi che prende sotto braccio Frey-Fritz-Francesco Zenga.....:”Mi ha chiesto come era il Brasile.......gli ho detto che se vuole pippare la bamba non costa un cazzo, e se vuole scopare, scopa anche di pomeriggio!”......morale, gli mette addosso una grinta ed una saudade tali che ecco il nostro Fritz entrare al Temple Bar Pub ed esordire con un secco “Oh, ma secondo voi si rimedia una mezza baldracca stasera?”......... ....... Il Temple Bar, pub super turistico e conosciuto,
pittura fresca rosso fuoco fuori, enorme dentro,
Dublino sta quasi già dormendo e qui stanno ancora suonando e ballando...... ............eccoci dentro, eccoci fare gli ultimi rigori di Guinness, eccoci blindati da Rooney e Signora..... ......un abbraccio a questi due personaggioni con le facce di gomma, letteralmente da ricovero coatto, berlusconiani dalle 15mila espressioni facciali e dalle altrettante smorfie, un po’ putridi, un po’ Jim Carrey, un po’ mimi, incontenibili, due chiaccheroni che tirano scemo il manef per un’ora, incapaci di parlare senza contrarre ogni tre secondi la faccia in espressioni assurde.......grandi,grandissimi.....
La serata finisce con cori,coretti, balli e ballettini per le strade di Dublino, insieme ai peggiori, siamo i peggiori, stasera, forse, probabile......SPETTACOLO!!!!!!!


Del giorno dopo, di voi che venite a trovarmi nel bar in cui lavoro, di voi che mangiate nel bar in cui lavoro, di voi che partite, mi restano QUI nelle TASCHE e nelle MANI “due o tre” cose...... ...............il bello di avervi fatto vedere cosa sto combinando quassù, di avervi avuto, anche se per pochissimi giorni, in questa mia parentesi, in questo “viaggio” bellissimo ma tutt’altro che facile, di aver camminato un po’ insieme, di aver riso, di aver bevuto ,di aver parlato, di aver guardato, con voi, questo piccolo mondo parellelo che mi son costruito finora.... .......e poi gli abbracci...
......e certi sguardi.....
....certi silenzi....
.......le risa, le puttanate,
......le frasi da diario e le confessioni al bancone..... ....le chiacchere notturne, le foto che non sono mai abbastanza... ......i bicchieri di vino e le pinte di birra...... ......i regali..... .......i pensieri..... .....l’emozione, mia, trattenuta a fatica......... .....la consapevolezza raggiunta di poter partire mille volte per poi voler tornare mille volte, sempre, COMUNQUE, inevitabilmente, perché è LI’ che voglio STARE,
e CONDIVIDERE...............
.........e LI’ non è Crema, né Ombriano, né Boston,ne'Vaiano.punto.

A presto..........

11 commenti:

Galmo ha detto...

Giunto alla fine di questa lunga cascata di parolemozioni, ho quasi la sensazione di essere già stato a Dublino...

Complimenti al Mesk per la dettagliata cronistoria, complimenti ai partecipanti per averla vissuta..

Fuso ha detto...

Grandi ragazzi, ho letto tutto il diario ... CHE GRINTA !!!

In bocca alle lupe al Mesk

Fuso ha detto...

Il Galmo ha avuto un'idea che puo' essere interessante e simpatica.

Quando avremo raccolto tutte le foto di tutti i personaggi della settimana, perche' non stamparle tutte su una maglietta (tipo la copertina dell'ultimo album del Liga) e metterle in vendita come abbiamo gia' fatto con la maglietta "Gruppo Antidino" ?!

Io comunque sto ancora aspettando la maglietta dei mitici "LOVERS"...è in vendita o sono esaurite le scorte ?

matteo ha detto...

Precisazione: arda che labbra non l'ho detto io

vittosolda ha detto...

ARDA CHE LABBRA mi sembra una frase fin troppo facile da scovare nel vocabolario dei partecipanti alla "scampagnata" irlandese.....vero????

Ad ogni modo, la selecao mi ha ricordato tanti bei momenti visuti insieme e altri che i miei merdosissimi capi ciellini non mi hanno fatto vivere negandomi il giorno di ferie. BASTARDI......

Complimenti al PUPI, grande narratore.....POETRY IN MOVEMENT........e alla prossima...

matteo ha detto...

vitto se c'eravate tu e il conte eravamo al gran completo

THE FROG ha detto...

Visto che c'eravate potevate scrivere anche le volte che avete respirato al minuto no?? E per fortuna che siete stati via 4 giorni, altrimenti avrei dovuto prendere due settimane di ferie per leggere tutto!!!! Comunque sempre grrrinta!!! bella Mesk!!!

egon ha detto...

intenso e preciso......Bella mesk....
Baselli fai il bravo..................

MANEF ha detto...

Grandi momenti ragazzi !

robert ha detto...

il mesk si fa sentire poco,ma quando si fa sentire picchia mica da ridere!!!un saluto alla mitica dublin.

belallalla ha detto...

SONO QUASI COMMOSSO.